Gol italiano Francesco Graziani

Ma torniamo agli eventi dell’estate ottanta del secondo. La squadra Polacca è stata più serio rivale di squadra Perù – pesce allenatore Antonio è riuscito a creare un interessante miscela di eroi 1974, e una nuova ondata di polacchi calciatori. Ma il Camerun ha resistito ed è la prova, e il suo nuovo portiere ha mantenuto la porta in santità. Secondo pareggio a reti inviolate. «Se sa anche saltare»?

Solo sul risultato di ore la sua terza partita del Volume tirato la palla dalla rete. Gol italiano Francesco Graziani è stato spettacolare, ma facoltativo. Colpo di testa nell’angolo più lontano è stato buono, ma senza un sicuro avrebbe trascinato. Se non fosse per la fovea sul campo di Vigo, dove è atterrato il piede di N’Kono. Il volume non è in grado di spingere e non ha preso la palla. I suoi compagni hanno ripristinato l’equilibrio tra un minuto – alla fine, il pareggio 1:1. Nazionali di Italia e Camerun totalizzato tre punti, ma gli italiani, meno di tutto simili ai futuri campioni del mondo, hanno avuto la differenza 2:2, e gli africani – 1:1. La nazionale del Camerun ha completato il discorso.

– Se non fosse per quella fossa, si vede, e il campione sarebbe stato un altro. Ma che è successo, è successo. La cosa principale che abbiamo rotto lo stereotipo di insolvenza squadre africane più grandi tornei. In quel campionato ci ha accompagnato stregone che pestate in un tamburello, quando l’avversario ha attaccato i nostri cancelli. Forse è per questo che abbiamo perso di un solo gol, ha scherzato un Volume.

Ma seriamente, nazionali Camerun e Algeria sul campionato di sfatare lo stereotipo di insolvenza squadre africane. Volume N’Kono e un altro eroe di quel campionato Julio a sua volta attraversato un altro superstizione – se tra i neri non esistono buoni portieri.

Subito dopo il completamento della fase a gironi del Volume N’Kono ha firmato un contratto con il barcellona «». Forse è così stellare portiere è stato degno di un destino migliore di quello spagnolo . Ma che è successo, è successo. E per gli anni a nove anni un si è legato con la seconda squadra di Barcellona. Come giocatore. Come allenatore dei portieri lavora a «Hispaniola» più di dieci anni.

«Español», come è stato detto nel paragrafo precedente, era piuttosto una media di club, e di conseguenza il suo portiere di annoiarsi non è rappresentato. Sulle spalle di Tom ha colpito un enorme carico. Ha un sacco di perso, più gol a partita, ma quanto è salvato. E «pappagalli» a volte facevano scalpore, giocando con i favoriti, perché quelli non riuscivano a dissipare il cancello, schermati africano in lana pantaloni. È vero, in questo momento di N’Kono è caduto fuori dal campo visivo dei nostri tifosi. Il camerun non ha combattuto per il Campionato del mondo 198 ° anno, e «» la nostra stampa ha dedicato un po ‘ di attenzione. Nome dell’africano venuto fuori solo nei messaggi sulle partite della squadra del mondo, dove spesso invitato una volta e , e N’Kono.

Tom ha ricordato di te nella stagione 1987/88, quando il suo modesto Espanyol ha fatto scalpore in Europa, arrivando fino ai quarti di finale di Coppa UEFA. Sulla strada per la finale «pappagalli» alternativamente battuto «Milano» e «Inter». Volume in quelle partite è stato altrettanto perfetto, come il Campionato spagnolo nel mondo. Il sospetto, che è poi il giovane Gigi Buffon ed è stato affascinato dal gioco africano. In modo che poi, da adulto, ha chiamato suo figlio Thomas in onore dell’idolo. Primavera N’Kono è infortunato e non ha potuto aiutare «» nella prima semifinale di ritorno con «in Bruges». Risultato 0:2. Ma il ritorno di gioco un nuovo ha preso il posto in porta, e la sua presenza ha contribuito a prendere convincente rivincita di 3:0.

La finale di Coppa UEFA allora consisteva in due partite. Nella prima partita Espanyol certamente capito con «Bayer» – 3:0. Cosa potrebbe esserci di meglio, dopo una vittoria, conta la Coppa in tasca. A Leverkusen gli ospiti hanno resistito nel primo tempo. Il relatore per la «» il brasiliano Tito ha segnato un gol, ma il gol non era stato conteggiato, perché l’attaccante ha impresso la palla dalle mani di N’Kono. Ma dopo la pausa a porta «pappagalli», meta di tre gol. Due di loro sono stati . Si trattava di calci di rigore. Il primo colpo del Volume preso (l’unico riflessa loro 11- a mia memoria), ma poi la fortuna ha voltato le . Rüdiger parato due rigori e ha portato il psv eindhoven il suo unico trofeo internazionale.

– Esprimere un’idea paradossale. Se abbiamo vinto la prima partita 2:0, la Coppa UEFA è stato il nostro. Il punteggio di 3:0 a Barcellona ha giocato con il nostro team di uno scherzo crudele, siamo arrivati in Germania, sentendosi i vincitori del torneo. I tedeschi sono stati di diverso avviso. Non siamo stati in grado di riorganizzare durante l’incontro e perso il trofeo. Non ha risparmiato la mancanza di esperienza di questi tornei. L’espanyol di rado si tolse così in alto, ricorda N’Kono.

Fonte: bookmaker Recensioni e anche la pagina si consiglia ma anche il nostro nuovo partner collegamento